Uomo e Territorio Pro Natura

Home » La Via dei Cairoli » Gropello 2.0 – disegniamo insieme la Gropello Cairoli del futuro

Gropello 2.0 – disegniamo insieme la Gropello Cairoli del futuro

Gropello Cairoli - immagine tratta da Google earth Street view

Gropello Cairoli – immagine tratta da Google earth Street view

Nell’ambito del Programma Territoriale La Via dei Cairoli, abbiamo avviato un programma specifico dedicato a Gropello Cairoli, che prevede la proposta alla comunità locale di ben 15 idee progettuali finalizzate a migliorare la qualità della vita in città, le economie locali e la sostenibilità ambientale delle comunità locali.

Non sono ricette preconfezionate, bensì 15 idee sulle quali volgiamo avviare un confronto pubblico aperto per trovare soluzioni condivise da attuare insieme. Per questo stiamo organizzando incontri tematici ed approfondimenti.

Crediamo sia un’occasione importante e piacevole per occuparsi del proprio territorio, per determinare il proprio futuro e quello dei propri figli, per lavorare insieme ad altri per il territorio nel quale si vive.

Ecco le proposte, in sintesi:

  1. Mobilità ciclopedonale: benessere per le comunità e le economie locali

Perché promuovere la mobilità ciclopedonale in città? Perché è divertente a tutte le età, fa bene alla salute fisica e mentale, difende il diritto alla mobilità garantendo un alto livello di indipendenza, non consuma combustibili fossili inquinanti e non produce rumore, è il mezzo più economico, aiuta la vendita al dettaglio, è più efficiente rispetto all’auto in relazione alla capacità stradale e dei parcheggi e dunque ha un impatto modesto sul paesaggio, contiene il numero degli incidenti stradali e delle relative vittime, in ambiente urbano è il mezzo più veloce ed infine incrementa la conoscenza reciproca e le relazioni tra le persone. Vi pare poco?…

  1. Stazione ferroviaria, una bella porta per Gropello Cairoli

E’ un luogo simbolico, che dovrebbe costituire la porta della città. Riconsegnamo la Stazione alla collettività, al volontariato, rendiamola viva, non solo un vuoto luogo di attesa, il biglietto da visita della Città di Gropello Cairoli.

  1. Adozione volontaria del verde urbano: produzioni di qualità e biodiversità intorno a casa

Gli spazi verdi urbani svolgono diverse importanti funzioni, che hanno a che fare con la dimensione estetica, con quella micro-climatica, di barriera anti rumore con impatti perfino sulle capacità di apprendimento e cognitive delle persone che vivono nei dintorni. Ma possono avere anche un ruolo sociale (mediante la partecipazione dei cittadini) ed economico, sollevando almeno in parte l’onere della manutenzione a carico dell’amministrazione pubblica. Non abbandoniamo dunque il verde urbano e valorizziamolo tutti insieme realizzando con il volontariato giardini naturali e frutteti biologici!

  1. Cicloturismo rurale: un’opportunità concreta per le economie locali

Ci troviamo in uno dei luoghi più belli della Pianura Padana, al centro di una macroregione di oltre 16.000.000 di persone dove ogni fine settimana migliaia di cittadini cercano un luogo vicino a casa dove svagarsi. In qualsiasi altro Paese d’Europa, il turismo rurale costituirebbe per la Valle del Ticino uno dei motori dell’economia locale. Cosa stiamo aspettando? La nostra risposta è La Via dei Cairoli

  1. Piazza Zanotti: da parcheggio a luogo di incontro

Un tempo la funzione della piazza era quella dell’incontro, dello scambio, della vita quotidiana. Oggi le piazze sono quasi sempre un deposito temporaneo di automobili, che sottraggono tempo e spazio alla relazione umana, ma anche all’economia locale. Ridiamo un senso a piazza Zanotti, la piazza centrale della città, riconsegnandola ai cittadini, rendendola fruibile e piacevole e, perché no, trasformandola anche in un’opportunità per l’economia locale.

  1. Volontariato: un’opportunità per mettere in relazione energie e saperi della comunità

Le piccole dimensioni urbane e il conseguente livello di conoscenza reciproca, l’incremento dell’età media delle popolazioni ma anche dell’attesa di vita, il progressivo indebolimento delle capacità di intervento degli enti locali, fanno del volontariato una delle risorse strategiche per mantenere i livelli di qualità della vita ai quali ci siamo abituati ed una occasione per le persone per valorizzare le proprie competenze, stringere relazioni umane importanti e contribuire al benessere della propria comunità. Valorizziamo insieme la dimensione della partecipazione attiva dei cittadini, fornendo spazi ed opportunità.

  1. Formazione professionale: nuove competenze per nuove economie

Una Gropello ciclabile e turistica (nell’ambito de La Via dei Cairoli) necessita di nuovi servizi (nel campo della promozione e dell’assistenza ai turisti, dell’accoglienza, della ristorazione, dell’accompagnamento, della manutenzione del territorio e delle infrastrutture, della valorizzazione delle risorse territoriali locali, ecc..) che si trasformano in opportunità lavorative per i giovani e la comunità locale. La formazione professionale costituisce un elento chiave per poter cogliere concretamente tali opportunità.

  1. Stop al consumo di suolo

Ci troviamo in una delle aree più fertili del Pianeta, con la consapevolezza che a livello mondiale i livelli di biodiversità che reggono i servizi ecosistemici e dunque il benessere e l’economia sono in forte calo ed abbiamo un crescente patrimonio di edifici non utilizzati … a chi può venire in mente di continuare a trasformare definitivamente il territorio a danno della produttività agricola e della biodiversità quando l’economia può senza alcun dubbio puntare sul recupero dell’immenso patrimonio immobiliare abbandonato? PGT a zero consumo di suolo e incentivi alle ristrutturazioni/trasformazioni degli immobili esistenti, trasformazioni urbane e manutenzioni nel senso della mobilità collettiva e/o a basso impatto … questo è il futuro per l’edilizia e per il benessere delle comunità.

  1. GAS Gropello: buon cibo, salute e economia locale

Siamo in campagna? Produciamo beni alimentari di qualità? Perché dovremmo acquistare prodotti che arrivano da lontano? Il GAS di Gropello propone un’ampia scelta di prodotti di qualità, a basso impatto ambientale e il più possibile locali … il GAS è anche un modo per stare insieme e condividere l’amore per il nostro territorio, il pianeta e la nostra salute che dipende anche da cosa mangiamo …e perchè no? per condividere l’amore per il buon cibo!

  1. Bosco Barbieri: da luogo abbandonato a laboratorio di ecologia per le scuole

È un’area di proprietà del Parco del Ticino, oggi fruita quasi esclusivamente da cacciatori. Potrebbe essere un luogo di svago per l’intera comunità e di relazione con la dimensione naturale per i bambini delle scuole locali che qui potrebbero entrare in relazione con animali selvatici e microhabitat dei quali non conoscono più nemmeno l’esistenza. In 16 ettari però non si può contemplare e sparare contemporaneamente. Trasformiamo un’area semiabbandonata in una opportunità di svago, partecipazione e conservazione della natura a due passi dalla città…

  1. Barriere fotovoltaiche e verdi verso l’autostrada: energia e aria pulite per le comunità locali

Il tracciato dell’A7 incombe sempre più sull’abitato, che nel tempo si è ampliato verso sud-est, con i suoi impatti in termini di inquinamento e rumore. A parziale compensazione di tali impatti proponiamo di aprire un negoziato con la società di gestione per la realizzazione di barriere verdi lungo tutto il tracciato di avvicinamento e di attraversamento dell’abitato e di barriere fotovoltaiche che potrebbero contenere rumore e inquinanti e al contempo produrre energia da fornire con modalità vantaggiose alla comunità locale.

  1. Trattoria lomellina: un marchio di qualità per qualificare la ristorazione locale

Il turismo gastronomico è uno dei motori della più grande industria del mondo (quella del turismo appunto). Un marchio di qualità può rendere riconoscibile l’offerta gastronomica locale e garantire livelli di qualità a vantaggio del consumatore ma anche un ritorno per gli operatori del settore.

  1. Via Libertà per pedoni e ciclisti: per la salute dei residenti e il rilancio del commercio locale

È la via centrale, quella dei negozi, dei bar e degli autobus per intederci. In una città lunga poche centinaia di metri ha senso regalare in esclusiva la via principale alle auto (e alla spasmodica ricerca di parcheggio) sottraendo irrimediabilmente la via alla fruizione pedonale e ciclabile che fa bene al commercio minuto, al piacere della sosta, alla relazione umana? Noi crediamo di no …

  1. Piazza di San Rocco

Una chiesa della prima metà dei Seicento che fa da svincolo all’interno di una pericolosa rotonda … Proponiamo che la Chiesa venga inglobata all’interno di una nuova piazza (verso nord?), nell’ambito di un vigoroso ridimensionamento della viabilità motorizzata relativa alla via principale (punto precedente)

  1. Piano energetico comunale

Un piano energetico per la città, per capire quanto si consuma, dove è possibile risparmiare, dove è possibile produrre energia da fonti rinnovabili … un piano per spendere meno, meglio e con un ridotto impatto ambientale.

Per ciascuna delle 15 idee progettuali presenteremo una proposta che costituirà semplicemente uno spunto, una bozza di partenza utile ad avviare il più ampio confronto possibile intorno a qualcosa di concreto, organizzeremo alcuni incontri pubblici e verrà messo a disposizione on-line il materiale di approfondimento.

Cosa ne dite?

La prima occasione di confronto sarà giovedì 17 ottobre 2013 alle ore 21 presso la Sala Cantoni di Gropello Cairoli per avviare un confronto sul piano della mobilità per la città … buon lavoro a tutti noi.

Di seguito sono disponibili alcuni articoli sull’impatto di una mobilità sostenibile su alcune dimensioni della nostra quotidianità:

(1) Economic Impact of Trails
(2) No Friends? Blame the Traffic’ – New Research
(3) The European Cycle Route Network Eurovelo – Study
(4) Driven to excess: impacts of motor vehicle traffic on residential quality of life
(5) Property Value/Desirability Effects of Bike Paths Adjacent to Residential Areas
(6) Economic Effects of Traffic Calming
(7) Economic benefits of trails and greenways
(8) Economic Impact of Bicycling and Walking in Vermont
(9) Étude des retombées économiques des randonneurs du chemin de Stevenson – année 2010
(10) Children’s independent mobility: a comparative study in England and Germany (1971-2010)
(11) Reconnecting children with nature
(12) Cycling is good for health and the economy
(13) Calculating the economic benefits of cycling in EU27
(14) Natural childhood
(15) Health benefits to children from contact with the outdoors & nature
(16) Children need nature. Nature needs children

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: